Benessere

L’ambiente siamo noi.

Si sente dire spesso e si dice “se tutto intorno fosse migliore, allora le cose andrebbero meglio o mi sentirei meglio …ecc”

PhotoFunia-9e45e7Vero! L’ambiente intorno a noi, il contesto di riferimento è importante per noi, per spingerci a fare, a pensare, a lavorare, a scrivere, a leggere, a ordinare, a fare tutti i lavori, hobby, interessi… , a prendere decisioni  e a vivere sereni.

L‘AMBIENTE intorno a noi influisce moltissimo sul nostro rendimento.
Perchè aspettare gli altri? Parti per primo.

Sia in casa,  al lavoro, in palestra, a scuola, l‘ambiente intorno a noi influisce sul nostro umore, salute, abilità, creatività e serenità.
A volte non possiamo fare nulla e “subiamo” passivamente, altre volte possiamo AGIRE e rendere lo spazio intorno a noi, confortevole… , sereno, creativo, energico o rilassante …..,  esattamente come piace a noi.
Ogni ambiente può essere trasformato per vivere sensazioni piacevoli.

Basta poco e tutto cambia.
Lasciare la propria impronta, vedere una cosa che piace evoca sensazioni piacevoli ed è UTIILE.
Quanto abbiamo intorno a noi, dipende da noi e siamo noi, con il nostro cuore, il nostro carattere, il nostro spirito….
Qualsiasi sia il lavoro che fai o la casa in cui vivi, il modo c’è.
***************************************************************************************

Vi riporto tre esperienze concrete di persone che dopo aver capito il VALORE dell’ambiente, hanno fatto loro quel luogo che ora è divenuto loro espressione:

1. Una studentessa non riusciva più a studiare, si perdeva perchè lontano da casa, dagli affetti, da ciò che amava. Adesso appena arriva in biblioteca, appoggia sul tavolo la sua “coccinella argentata” e con un semplice gesto, si sente come a casa, amata e sicura. Da allora tutto è cambiato, sente vicini i suoi cari, vede il tavolo di studio suo, come parte della sua vita ed ottiene grandi risultati.

2. Un signore arrivava a casa alla sera, distrutto perchè il suo lavoro oltre che sporcargli le mani, “essere” in un luogo angusto, chiuso e scuro, gli impediva di vedere i suoi bambini anche nella pausa pranzo. Ora in autofficina, ha messo la foto dei figli sulla scrivania, una pianta grassa finta all’ingresso ed una ciotola di caramelle per i clienti. Appena ha aggiunto parte di sè al suo mondo lavorativo, tutto è cambiato: se non può tornare a casa, chiama i suoi figli per un saluto, dà un bacio alle foto ed è contento di avere quel lavoro. Quello che chiamava Il suo “buco” ora è la sua STANZA di LAVORO e chi entra è il benvenuto.

3. Una mamma casalinga si sentiva oppressa ed invece di amare la casa comprata ed arredata con tanti sacrifici fuggiva via. Ogni occasione era un pretesto per rimanere fuori casa e così facendo, poco alla volta, “pezzi” della sua vita andavano sgretolandosi.
Malumori, litigi e musi lunghi erano i padroni di casa.

Dopo aver messo a fuoco la sua identità di donna, di moglie e di mamma, siamo arrivati a parlare dell’ambiente ed ecco il mistero svelato.
Il senso di oppressione veniva dai colori scelti da chi ha arredato la casa, dalle pareti, dalla tapezzeria, dai corredi….
Cosa fare? Rifare tutto era impesabile, allora PICCOLI ACCORGIMENTI hanno dato vita ad una casa nuova, alla SUA CASA ed a una donna RI-NATA.
Adesso teli eleganti coprono i divani in pelle bianca, i cuscini colorati donano calore e ogni mobile ha soprammobili scelti con cura ed amore e le fotografie gioiose sono sparse “con cura”.
La casa è diventata  il suo REGNO (parole sue).

Hannno stravolto tutto? NO! Hanno semplicemente pensato a cosa mancava loro per star bene e lo hanno messo.

Che sia un post-it con un aforisma, una frase che vuoi leggere, una foto che ti piace, una cartolina, un quadro o una pianta, se metterlo dove studi, lavori o vivi, cambia il tuo sentirti bene, cosa aspetti?  FALLO e Immediatamente cambia il tuo umore e potenzia le tue capacità, la tua salute.

L’ambiente va rispettato e custodito sempre, che sia il nostro pianeta, la nostra stanza o la tuta da lavoro.
L’ambiente siamo noi.

Barbara Nipoti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...